SOLO L'ESSENZIALE

La magia dei sapori ha origine dall'essenziale e conserva un segreto: la passione.

Il sapore autentico della semplicità

La semplicità, come la bellezza, è qualcosa che si percepisce al primo sguardo, anche se non è facile da spiegare. Ma quando si assapora un piatto semplice, realizzato esclusivamente con prodotti selezionati e preparato con la passione di chi ama questo mestiere, allora non può essere che buono. Pino ha sempre insegnato ai suoi pizzaioli che, per preparare una pizza perfetta, è necessario partire dalla base.

La magia del gusto ha origine proprio dall’essenziale: farina, acqua, olio di grandissima qualità, amalgamati con equilibrio e precisione per permettere alla pasta di lievitare nella maniera corretta. Poi occorre attendere. Servono tempo e pazienza per ottenere un impasto morbido, ossigeno e spazio per far sì che diventi leggero ed elastico. Ecco perché la pizza da Pino è così digeribile e gustosa.

Questi ingredienti all’apparenza semplici, in realtà nascondono una spettacolare ricchezza che si svela in appetitose combinazioni al momento della farcitura. Ma ciò che trasforma le pizze in vere e proprie creazioni è la passione: è questo il segreto che Pino condivide da sempre con i suoi pizzaioli, quel tocco speciale che rende le sue pizze diverse da tutte le altre.

Olive Taggiasche, un gusto senza eguali.

Tenere e dal sapore delicato, le Olive Taggiasche sono le protagoniste indiscusse di una delle pizze specialità daPino dalla base fragrante, leggera e digeribile alla quale danno il nome. Considerate tra le più pregiate al mondo, queste piccole gemme gustose hanno ottenuto nel 1997 il riconoscimento a marchio DOP – Denominazione di Origine Protetta – e devono il loro nome alla città di Taggia, in provincia di Imperia, dove secondo documenti storici vennero introdotte dai monaci francesi dell’ordine dei Colombani giunti dalla Provenza dal monastero di Lerino. Le olive taggiasche maturano in gennaio e sono dunque una varietà “tardiva”, ma il tempo in più è ripagato dalle raffinate qualità chimiche ed organolettiche: infatti, gli acidi grassi monoinsaturi contenuti in questa varietà hanno un effetto benefico sul metabolismo del colesterolo; inoltre mantengono bene il calore e di conseguenza non rischiano di perdere le loro proprietà durante la cottura.

Olio extravergine d’oliva.

Un filo d’Olio Extra Vergine di Oliva è quel tocco d’artista capace di dare la giusta personalità aromatica ad ogni pietanza. Da sempre parte essenziale della dieta mediterranea, l’olio d’oliva, se inserito in un contesto alimentare vario ed equilibrato, unitamente ad una corretta attività fisica, contribuisce al mantenimento della salute e del benessere dell’uomo. Giuseppe Giordano, per i suoi ristoranti pizzeria daPino, sceglie l’Extra Vergine REDORO, azienda fondata nel 1895 con sede a Grezzana, a nord di Verona. Il segreto della qualità degli oli dell’azienda, sta nei suoi frantoi, vicinissimi alla zone di produzione, un’ampia area che abbraccia ben sette valli nel comprensorio del Lago di Garda. L’Extra Vergine Redoro conserva tutte le proprietà salutistiche tipiche dell’olio di oliva, distinguendosi per la sua delicatezza. Il suo sapore fruttato è particolarmente gentile, dove spiccano le note dolci e il tipico retrogusto di mandorla. Il suo colore varia dal verde al giallo, più o meno intensi, frutto delle varietà più diffuse da cui deriva: Casaliva, Frantoio e Leccino. Anche per l’olio, Pino segue il principio della qualità, l’ingrediente fondamentale per garantirvi gusto e digeribilità per ogni pietanza e pizza.

Il Parmigiano Reggiano DOP.

Il Parmigiano Reggiano è una delle eccellenze gastronomiche italiane a Denominazione di Origine Protetta. Le sue origini risalgono al Medioevo e vengono generalmente collocate attorno al XII secolo. Oggi, con la stessa cura degli antichi benedettini, i mastri casari di Parma e Reggio Emilia, dopo la mungitura serale, lasciano riposare il latte fino al mattino in ampie vasche, nelle quali affiora spontaneamente la parte grassa destinata alla produzione del burro. In seguito, con l’aggiunta del caglio, il latte coagula in pochi minuti. La cagliata che si presenta viene frammentata in minuscoli granuli grazie ad un antico attrezzo detto spino. A questo punto entra in scena il fuoco. Grazie a una cottura che raggiunge i 55 gradi centigradi, i granuli caseosi precipitano sul fondo della caldaia formando un’unica massa che viene poi lavorata dai mastri casari fino ad ottenere la classica forma che tutti conosciamo. Poste su tavolati di legno, le forme iniziano il loro percorso di stagionatura, mai inferiore ai dodici mesi. E’ in questo periodo che il Parmigiano Reggiano acquista la sua tipica struttura, caratterizzata dalla frattura a scaglia, così friabile e solubile. Scelto da Giuseppe Giordano, per tutti Pino, il Parmigiano Reggiano 24 mesi, è una delizia facilmente digeribile e ricca dal punto di vista nutrizionale, apprezzato in tutto il mondo per il suo gusto unico e per le sue proprietà. Priva di additivi, questa eccellenza italiana, è un concentrato di proteine, vitamine, calcio e sali minerali, una vera e propria carica di energia naturale.

 

Acciughe del Mar Cantabrico

Le acciughe del Mar Cantabrico sono considerate le migliori al mondo principalmente per la loro carnosità e per il loro sapore dolce, equilibrato da una sapidità che non diventa mai eccessiva e una complessità aromatica notevole. Una volta pescate, le Cantabrico vengono lavorate rigorosamente a mano e lasciate maturare nei barili tra strati di sale marino per almeno 5-10 mesi. Una volta finito il tempo della maturazione, le acciughe vengono confezionate nelle caratteristiche latte e spedite a destinazione. Scelte da Giuseppe Giordano per le loro qualità, prima di arrivare nei locali daPino, le Cantabrico vengono tolte dalle loro confezioni e lavate rigorosamente a mano, e poste delicatamente nei vasi che raggiungono le pizzerie-ristotrante daPino dove vanno a rendere intrigante e speciale ogni condimento e farcitura di pizza.

Speck Pramstrahler, tradizione e genuinità.

Incontro fra la tradizione mediterranea della stagionatura all’aria e quella nordica dell’affumicatura, lo Speck Pramstrahler è il risultato di una lunga stagionatura di almeno 24-28 settimane e di una finitura con spezie ed erbe fini, insieme alla delicata affumicatura a freddo con legna di faggio. Modi e tempi di un’antica tradizione che trasformano carni selezionate in un prodotto di qualità Premium per veri intenditori e gourmet. Ricco di tante e preziose proteine utili all’organismo, lo Speck è l’eccezionale protagonista dei nostri antipasti e il prelibato ingrediente delle pizze daPino S. Moritz e Tirolese e di altre ancora. Per i più curiosi www.speck.it

Il forno Pino. Dove la qualità entra nel vivo per essere sfornata.

La decennale esperienza nello sfornare prelibatezze ha portato Giuseppe Giordano, per tutti Pino, a progettare un forno speciale capace di garantire una prestazione sempre all’altezza della sua passione.

Il forno Pino non è come tutti gli altri forni a legna, la sua particolare forma e i laterizi speciali utilizzati per la sua struttura, rendono quest’opera unica nel suo genere. Un forno che utilizzando una quantità di legna inferiore rispetto ai forni tradizionali riesce a garantire una pizza cotta in modo ottimale, sempre croccante al punto giusto, per il piacere del palato e dell’ambiente.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!